La panzanella, secondo me, è il re dei piatti freddi toscani d’estate! Non posso immaginare e nemmeno ricordare un’estate senza la quale questo piatto non abbia accompagnato le serate trascorse a Sovestro con i miei nonni.

E’ veramente un piatto della tradizione contadina toscana che si ritrovava il pane raffermo accumulato da giorni in casa e sapeva bene come poterlo riutilizzare. Inoltre le verdure di stagione non mancavano mai in abbondanza da Giugno in avanti e questa “insalata” di pane raffermo è veramente salutare e ricca di freschezza.

Ne troverete diverse versioni nel nostro blog perchè, ormai lo sapete, io e la Mugna amiamo sperimentare in cucina. In più, negli ultimi anni ci siamo divertite anche a partecipare ad un contest dedicato proprio alla panzanella e quindi, giù via di rivisitazione. Questa versione è un mix della ricetta di Marcella di San Gimignano che utilizza la rapa rossa per “intingere” il pane raffermo, e una mia voglia di sperimentazione e dedica alla senesità utilizzando ingredienti che non sono propriamente utilizzati nella panzanella classica, come la finocchiona e il pecorino, ma che nelle cene d’estate arricchivano comunque le tavole dei contadini nelle campagne di Siena.

Sperimentate gente, largo alla fantasia!

Irene 

Prep Time15 mins

 pane integrale secco (preferibilmente fatto in casa con lievito madre)
 1 rapa rossa lessata
 1 cetriolo fresco a pezzi
 1 cipolla
 dadolata di finocchiona
 dadolata di pecorino di Pienza
  dadolata di pomodori freschi
 mazzetto di basilico
 aceto di vino rosso
 olio
 sale
 pepe

1

Mettere dell'acqua in una bacinella, aggiungere il sale e l'aceto poi tagliare il pane a fette inzupparlo nell'acqua e strizzarlo bene.
Lasciate il pane inumidito a riposare per una notte intera sopra una tovaglia.
Nel frattempo tritare la cipolla molto fine e metterla a macerare nell'aceto sempre per tutta la notte.

2

Il giorno seguente componete la panzanella. Con una grattugia a maglie larghe grattugiare il cetriolo e metterlo a scolare per far uscire tutta la parte lòiquida. Fate lo stesso con la rapa rossa, sempre grattugiandola. Poi, in una ciotola piuttosto capiente mescolate il pane, la cipolla, il cetriolo, le rape rosse, i pomodori, la dadolata di pecorino, la dadolata di finocchiona.
Infine aggiustate di olio, sale e pepe e basilico.

Noi abbiamo scelto di presentare la panzanella all'interno dei mini panini monoporzione, per un effetto scenografico ancora più bello e adatto per eventuali feste!

Ingredienti

 pane integrale secco (preferibilmente fatto in casa con lievito madre)
 1 rapa rossa lessata
 1 cetriolo fresco a pezzi
 1 cipolla
 dadolata di finocchiona
 dadolata di pecorino di Pienza
  dadolata di pomodori freschi
 mazzetto di basilico
 aceto di vino rosso
 olio
 sale
 pepe

Istruzioni

1

Mettere dell'acqua in una bacinella, aggiungere il sale e l'aceto poi tagliare il pane a fette inzupparlo nell'acqua e strizzarlo bene.
Lasciate il pane inumidito a riposare per una notte intera sopra una tovaglia.
Nel frattempo tritare la cipolla molto fine e metterla a macerare nell'aceto sempre per tutta la notte.

2

Il giorno seguente componete la panzanella. Con una grattugia a maglie larghe grattugiare il cetriolo e metterlo a scolare per far uscire tutta la parte lòiquida. Fate lo stesso con la rapa rossa, sempre grattugiandola. Poi, in una ciotola piuttosto capiente mescolate il pane, la cipolla, il cetriolo, le rape rosse, i pomodori, la dadolata di pecorino, la dadolata di finocchiona.
Infine aggiustate di olio, sale e pepe e basilico.

Noi abbiamo scelto di presentare la panzanella all'interno dei mini panini monoporzione, per un effetto scenografico ancora più bello e adatto per eventuali feste!

Panzanella rosa de Feudi senesi
(Visited 108 times, 1 visits today)

Leave A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *